Varianti Verdi per la riclassificazione di aree edificabili

Manifestazione di interesse per la richiesta di riclassificazione di aree edificabili ai sensi dell’art. 7 della L.R. 16/03/2015 n. 4

Vista la Legge Regionale n.4 in data 16/03/2015 ad oggetto “Modifiche di leggi regionali e disposizioni in materia di governo del territorio e di aree naturali protette regionali“, pubblicata sul BUR n. 27 del 20.03.2015;

Considerato che la succitata Legge Regionale, all’art. 7 – Varianti verdi per la riclassificazione di aree edificabili prevede la possibilità di riclassificare le aree, ora edificabili, affinché siano private della capacità edificatoria loro riconosciuta dallo strumento urbanistico vigente;

Vista la deliberazione di Consiglio Comunale n. 43 del 24/07/2015 ad oggetto “Varianti Verdi per la riclassificazione di aree edificabili, ai sensi dell’art. 7 della L.R. 16/03/2015 N. 4 – Determinazioni”;

SI INVITANO

I soggetti interessati a presentare le richieste di riclassificazione di aree edificabili presentando apposita istanza entro il termine di 60 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso (ovvero entro il giorno 07/12/2015).

L’Amministrazione valuterà le istanze pervenute riservandosi la facoltà di procedere ad una eventuale modificazione della strumentazione urbanistica, precisando fin d’ora che le richieste di variante:

  • saranno valutate rispetto alla loro estensione, la coerenza con i contesti in cui si collocano, la presenza delle opere di urbanizzazione, i tessuti urbani, etc;
  • non dovranno precludere o pregiudicare lo sviluppo di aree contigue, siano esse edificabili o destinate a servizi o ad altre funzioni;
  • dovranno riguardare lotti in possesso di autonoma capacità edificatoria, con esclusione di aree pertinenziali a residenze;
  • non daranno automatico diritto alla riclassificazione urbanistica;
  • dovranno riguardare aree la cui trasformazione sia coerente con la finalità di contenimento del consumo del suolo;
  • saranno sottoposte ad istruttoria tecnica da parte degli uffici comunali.

Si informa che gli effetti giuridici e fiscali della eventuale riclassificazione, partiranno dalla data di efficacia della eventuale variante urbanistica, e non hanno efficacia retroattiva, conseguentemente fino a tale data le aree sono soggette al regime di tassazione vigente per le aree edificabili e non spetta alcun rimborso o ristoro economico per gli importi effettivamente già versati ai fini fiscali per le aree oggetto della richiesta.

Le istanze, finalizzate alla manifestazione di interesse, complete delle generalità dei richiedenti e dei dati catastali degli immobili oggetto di richiesta di riclassificazione, dovranno essere redatte in carta semplice, sul modello appositamente predisposto (disponibile nel sito del Comune di Belluno QUI), e presentate al Sindaco del Comune di Belluno, mediante una delle seguenti modalità:

  • invio mediante posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo: belluno.bl@cert.ip-veneto.net
  • presentazione direttamente all’Ufficio protocollo del Comune di Belluno, piazza Duomo, 1, 32100 Belluno;
  • trasmissione mediante raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al Comune di Belluno, piazza Duomo, 1, 32100 Belluno (in tal caso farà fede il timbro dell’ufficio postale accettante).

Belluno, 07/10/2015

il Dirigente del Settore – dott.sa Alfonsina Tedesco

Codice Descrizione File Data aggiornamento Dimensione
Varianti_Verdi_Avviso-Pubblico_APPROVATO_DGC_152_23-09-2015 96 KB

I commenti sono chiusi.